Portone 1 anta Laminato Liscio
Portone 1 anta Massello Pantografato







Portone 1 anta Multistrato Okumè Pantografato







Portone 2 ante Alluminio Bugnato







Portone 1 anta Pvc Bugnato
PORTE BLINDATE  

IL MIGLIOR BIGLIETTO DA VISITA PER LA TUA CASA.

Oltre che semplici elementi di accesso principale all'abitazione e "baluardo difensivo" contro eventuali tentativi di effrazione dall'esterno, se scelti secondo il proprio gusto personale i portoncini blindati possono trasformarsi in un vero e proprio pezzo d'arredo edilizio, fornendo un primo importante assaggio sul "carattere" dell'abitazione stessa.
Più essenziali e minimal o possenti e ricercati nello stile, con finiture anche di pregio capaci di dare alla porta di casa un particolare tocco di glamour, i portoncini sono personalizzabili con un vasto assortimento di pannelli intercambiabili di foggia più o meno semplice o ricercata nei più svariati materiali , dal laminato al legno massello, dall'alluminio al pvc in base al piacimento del cliente e anche alla collocazione del portoncino se all'interno di un condominio o all'esterno .

 Come scegliere una porta blindata

La porta blindata è un elemento fondamentale dell’abitazione e deve mantenere nel tempo tutte le sue qualità funzionali ed estetiche. Oltre alla resistenza all’effrazione, caratteristica principale di questo prodotto, e un aspetto estetico curato e in sintonia con il gusto personale e l’ambiente d’inserimento, oggi ad una porta blindata si richiedono anche specifiche prestazioni sotto il profilo dell’isolamento dal rumore, della capacità di isolare termicamente in funzione del risparmio energetico, e della tenuta alle intemperie.
La scelta della porta blindata, quindi, va ponderata valutandone tutte le caratteristiche prestazionali:

Resistenza all’effrazione
La resistenza all’effrazione si misura in base alla norma europea ENV1627, che assegna alla porta una classe con un valore che cresce con l’aumentare della resistenza. Le classi indicate per l’uso residenziale sono la 2 la 3 e la 4. La classe 2 è indicata per abitazioni a basso rischio, la classe 3 per appartamenti o case con un rischio medio, mentre chi vuole un grado di protezione ancora più elevato può scegliere la classe 4.
Trasmittanza termica
La trasmittanza termica misura la dispersione di calore che avviene attraverso la porta. Il suo valore, espresso con “U”, dà indirettamente l’indicazione della capacità di isolare termicamente l’interno dall’esterno, con conseguente risparmio di energia. A valori più bassi di “U” corrisponde un migliore isolamento, che assicura un maggiore confort abitativo e contribuisce ad abbattere i costi di climatizzazione. Il valore di trasmittanza termica è, inoltre, un preciso requisito di legge nelle nuove costruzioni ed in alcuni interventi di ristrutturazione.
Isolamento acustico
Il confort della nostra abitazione si valuta anche in base all’isolamento dai rumori esterni. Rigorosi test di laboratorio presso laboratori riconosciuti misurano la capacità della porta di abbattere il rumore: valori più elevati garantiscono un confort più elevato
Tenuta alle intemperie
Se la vostra porta è esposta all’esterno, è possibile dotarla di un kit per migliorarne le prestazioni di tenuta all’aria, all’acqua ed al vento. Questo kit, da scegliersi all’atto dell’acquisto in abbinamento con un pannello adatto all’esposizione in esterno, prevede, oltre a particolari lavorazioni dell’anta, una soglia ed una speciale guarnizione. Anche in questo caso, specifici test di laboratorio garantiscono le prestazioni
Marcatura CE
Dal 1 febbraio 2010 la legge prevede che tutte le porte pedonali esterne siano conformi alle direttive CE e che siano marcate come tali. Tale marcatura obbliga il produttore a sottoporre i manufatti a severi test presso laboratori riconosciuti, a dichiarare le loro prestazioni e a garantire che le prestazioni dichiarate siano effettive. La marcatura CE è un’importante conquista a tutela del consumatore, che ha la certezza che i prodotti soddisfino i requisiti previsti dalla direttiva Materiali da Costruzione e dalle specifiche norme di prodotto, e ha modo di valutarne le prestazioni che sono esposte in un’apposita etichetta.

PERCHÈ TALVOLTA LA SICUREZZA NON HA PREZZO.

Per chi vuole sentirsi più protetto nell'intimità della propria casa, proponiamo diversi modelli di porte blindate, in riferimento alla normativa in essere:

  • ANTIEFFRAZIONE secondo la normativa UNI ENV 1628, UNI ENV 1629, UNI ENV 1630;
  • TERMOACUSTICA secondo la normativa UNI EN ISO 140/3 e UNI EN ISO 717/1;
  • TRASMITTANZA TERMICA secondo la normativa EN 14351 – 1:2006 + A1:2010.

Sulla base della normativa antieffrazione (UNI ENV 1627 e successive), le porte blindate sono suddivise in 6 classi:

CLASSE 1 : resistenza alla forza fisica di chi cerca di aprirla; porte di questo tipo sono utilizzate in locali a rischio normale oppure come porte di locali (es.magazzini) contenenti merce di valore non elevato;

CLASSE 2 : resistenza ad attacchi esterni per i quali si usa attrezzatura semplice tipo cacciaviti, tenaglie; porte consigliabili quando il rischio è considerevole, esempio uffici ed edifici industriali;

CLASSE 3 : resistenza all'azione di scassinatori armati di piede di porco; installazione consigliata in condizioni di rischio considerevole come la precedente classe, ma vi si aggiungono le villette signorili;

CLASSE 4 : resistenza a eventuali scassinatori che utilizzano attrezzi come scalpelli, martelli,asce, seghetti a mano, trapani elettrici, cesoie; da utilizzarsi in ospedali, villette, banche, in luoghi definiti sensibili;

CLASSE 5 : resistenza ad attacchi piuttosto specializzati di uno scassinatore esperto che utilizza attrezzatura elettrica come per esempio seghe, trapani, mole; banche, gioiellerie, ambasciate e ambienti militari;

CLASSE 6 : resistenza ad uno scassinatore che usa strumenti elettrici ad elevata potenza. Adatta a banche, gioiellerie, impianti nucleari, ambienti militari, ambasciate.

Le porte blindate, generalmente, si scelgono in funzione del bene da proteggere: per appartamenti in unità condominiali si parte dalla classe 2 e nel caso di villette singole o bifamiliari  può essere necessaria una porta di classe 3 e si sale via via a quella più elevata, la 6, per la quale  si esige un livello di protezione decisamente elevato.

 
© Infissi Point Group  - Via Galileo Ferraris n.194 - 52100 Arezzo E-Mail: info@infissi-point.it - Tel,. 0575 1824515 - partita IVA: 01791240516